Troppo concentrati con il fissare i ricordi con lo smartphone che dimentichiamo di viverli.

[vc_row][vc_column][vc_custom_heading text=”Troppo concentrati con il fissare i ricordi con lo smartphone che dimentichiamo di viverli.” font_container=”tag:h1|text_align:left”][vc_single_image image=”2768″ img_size=”large” alignment=”center”][vc_column_text]Lo smartphone è diventato il prolungamento della nostra persona, lo portiamo e lo usiamo ovunque, ormai persino sott’acqua e le applicazioni che ci facilitano la vita mediante esso sono sempre di più.

Per non parlare di quanto è diventato semplice registrare i momenti più belli della nostra vita, ma ormai, sempre grazie allo smartphone, la parola privacy ha sempre meno valore.

Fissare i ricordi attraverso lo smartphone, è sempre più un mezzo per la pubblicazione di essi sui canali social, piuttosto che un fine a catturare le esperienze significative della nostra vita.

Possiamo tranquillamente affermare che l’uso dello smartphone sta diventando una mania, una fissazione. Accendere il cellulare è la prima cosa che facciamo al mattino, appena aperti gli occhi. 3 persone su 10, addirittura non lo spengono mai e prima ancora di lavare i denti, la prima cosa che fanno è digitare il codice e sbloccare il telefono, un gesto che ripetiamo circa 150 volte nel corso della giornata.

E’ diventato automatismo, come parlare. Internet, social network e smartphone, stanno cambiando il nostro modo di pensare e le nostre abitudini quotidiane in maniera radicale.

Le giornate sono scandite dall’uso di telefonini, tablet, posta elettronica, facebook, twitter, whatsapp, applicazioni di tutti i tipi, sms, foto, video e computer portatili. Siamo sempre connessi, il telefono a portata di mano, il tablet nella borsa. Anche il nostro lavoro non è più lo stesso. La rete e i social network sono diventati indispensabili. Se non sei su Internet, non esisti.

Quando si scarica, lo dimentichiamo a casa o non possiamo usarlo per qualche altro motivo, ci sentiamo soli, vuoti come se l’ansia ci assalisse. O quando vorremmo catturare un attimo, ma non possiamo perché sprovvisti di cellulare è come se non vivessimo a pieno quell’esperienza.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *